SABOTAGGIO – 10 modi per sabotare se stessi

06/07/2022

SABOTAGGIO – 10 modi per sabotare se stessi

Sabotare se stessi significa porsi ostacoli e difficoltà mentre si sta cercando di raggiungere un obiettivo desiderato e/o vantaggioso. Questo, di conseguenza, significa arrecare un danno a se stessi.

Aumentare la consapevolezza sulle forme di auto-sabotaggio è il primo passo per cambiare il proprio comportamento e smettere finalmente di essere vittima di se stessi.

Di seguito, alcuni comportamenti tipici di chi sabota se stesso:

  1. Procrastinare continuamente
  2. Ignorare la necessità di una pausa/riposo
  3. Imporsi regole che sono troppo dure da seguire
  4. Complicarsi la soluzione di piccoli problemi
  5. Iniziare troppi progetti che non si possono poi finire
  6. Concedersi qualcosa solo se meritato
  7. Demotivarsi prima di aver provato
  8. Posticipare le cose da fare fino all’ultimo secondo
  9. Interrompere qualcosa se nascono piccoli problemi

05/04/2018

RABBIA – 7 false credenze sulla rabbia

La rabbia è un’emozione potente spesso fraintesa. I malintesi sulla rabbia generano inutili condizionamenti  e comportamenti disfunzionali. Di seguito sette false credenze che necessitano di essere rivalutate:

  1. La rabbia è un’emozione negativa?

Non è sbagliato sentirsi arrabbiati. La rabbia è un’emozione comune e salutare. In realtà, molte cose positive derivano dalla rabbia dalla quale possono scaturire anche cambiamenti costruttivi.

  1. Rabbia e aggressività sono la stessa cosa?

Molte persone confondono la rabbia con l’aggressività. Mentre sentirsi arrabbiati è sano, i comportamenti aggressivi non lo sono. Esistono modi sani per affrontare la rabbia senza ricorrere a modalità aggressive.

  1. La gestione della rabbia non funziona?

Quando le persone non hanno capacità di gestire la propria rabbia possono avere problemi in tutti gli ambiti della vita. La psicoterapia, individuale o di gruppo, è uno strumento potente che aiuta la persona a divenire consapevole delle proprie dinamiche, a gestire e ridurre le reazioni aggressive.

  1. La rabbia è tutta “nella testa”?

La rabbia coinvolge mente e corpo. Quando